Centro Autorizzato Esami Prometric – Rovigo

Anche a Rovigo una sede per gli esami Microsoft, CompTIA, Oracle

TECH.TEAM diventa un APTC – Authorized Prometric Testing Center

Tech.Team Informatica diventa un centro autorizzato per l’erogazione dei test Prometric.

Presso la sede di Rovigo è possibile effettuare i test per conseguire qualsiasi tipo di certificazione offerta da Prometric, tra cui gli esami Microsoft che portano a certificazioni quali la Microsoft Certified Professional

Prometric Authorised Test Centre Rovigo
Prometric Authorised Test Centre Rovigo

Conseguire una certificazione Prometric comporta diversi vantaggi, sia per le persone che per le aziende:

Alle persone è offerta la possibilità di elevare il proprio profilo professionale
Alle aziende è data l’opportunità di certificare i propri collaboratori e quindi di porsi come soggetto competente nel proprio mercato di riferimento, oltre che soddisfare i requisiti necessari per eventuali programmi di partnership.

richiedi informazioni

PROMETRIC

è un leader mondiale per la gestione di esami di certificazione dei programmi di formazione tecnica di diverse aziende ed organismi. Gli esami vengono sostenuti su computer appositamente preparati in collegamento col centro PROMETRIC che invia in modalità dinamica i quesiti dell’esame. Il superamento dell’esame viene automaticamente registrato da PROMETRIC che poi provvede ad aggiornare l’azienda che ha rilasciato l’esame per registrare il progredire del curriculum dell’allievo.

A titoli di esempio riportiamo alcuni programmi di formazione per i quali è possibile sostenere esami nel nostro centro PROMETRIC
Adobe Apple CompTIA
IBM/Lotus Linux Prof. Inst. Nortel
Microsoft Novell Symantec
Sybase Ubuntu Sun
HP Oracle 3Com
Condividi:

La Tastiera

In ambito informatico la tastiera è un dispositivo di input del computer atto all’inserimento manuale di dati nella memoria del computer e al controllo del computer. La tastiera può essere incorporata nel computer (come negli Home Computer o nei notebook/portatili) o essere una periferica .
La tastiera si presenta come una serie ordinata di tasti la cui pressione permette l’inserimento, nella memoria di un computer, di un particolare carattere, oppure l’esecuzione di un particolare comando da parte del computer. A tal fine, su ogni tasto, è presente una serigrafia che ricorda all’utente a quale carattere o comando corrisponde il tasto.

Nell’implementazione odierna più comune, la maggior parte dei tasti consente l’inserimento di due o anche tre caratteri diversi, raramente invece di due o tre comandi diversi. Normalmente un carattere/comando è ottenuto mediante la semplice pressione del tasto, gli altri caratteri/comandi del medesimo tasto attraverso la pressione contemporanea di un particolare tasto funzione.

Sostanzialmente la tastiera si divede in due tipologie:

  • Tastiera Alfanumerica
  • Tastiera Numerica

La tastiera numerica permette solo l’inserimento dei numeri e l’esecuzione dei comandi, mentre la tastiera Alfanumerica permette oltre che ai numeri di inserire caratteri alfabetici. Attualmente di norma la tastiera è una tastiera alfanumerica. Le prime tastiere, quando ancora i computer erano in grado di elaborare solo numeri, erano invece numeriche. Ancora oggi le tastiere numeriche si possono trovare in appositi negozi.

Per l’utilizzo efficiente e veloce della tastiera alfanumerica esiste una tecnica, la dattilografia, nata con la macchina da scrivere. Nella maggior parte dei casi la tastiera alfanumerica ha mutuato infatti la disposizione dei tasti da tale dispositivo. La tastiera alfanumerica è normalmente nazionalizzata in quanto ogni nazione utilizza una propria lingua, con un set di caratteri alfabetici diversi, ragion dovuta alla diversa condizione lessico-grafica di ogni lingua: si tende dunque a ravvicinare lettere che spesso vanno insieme:in italiano la A si accompagna spesso con S, D, C ecco perchè si trovano vicine.

Ma il posizionamento e il numero dei tasti varia oltre che da Paese a Paese, anche in base al modello del computer. Ad esempio la tastiera per personal computer portatili hanno varie differenze da quelle per personal computer desktop in quanto limitate da spazi minori.

Esistono vari schemi per tastiera alfanumerica. Il più comune è denomina

to QWERTY, ma ne esistono anche altri come ad esempio il GKOS, QZERTY e il Dvorak.

QWERTY

QWERTY è oggi il più comune schema per tastiere alfanumeriche, utilizzato nella maggior parte delle tastiere per computer ma anche nelle macchine per scrivere. E’ utilizzato anche nella maggior parte delle tastiere alfanumeriche italiane. Il nome “QWERTY” deriva dalla sequenza delle lettere dei primi sei tasti presenti nella riga superiore della tastiera.

Lo schema QWERTY tenta anche di dividere i tasti tra le due mani, in modo tale che mentre una mano si posiziona, l’altra colpisce il tasto. I tasti corrispondenti alla F e alla J hanno un segno in rilievo sopra di essi proprio per facilitare, velocizzare e massimizzare la dattilografia.

La tastiera italiana non è riuscita, a differenza di altre lingue in cui i segni diacritici in uso sono più di quelli italiani, ad adattarsi alla lingua italiana pienamente. Probabilmente per emulazione della tastiera francese, mancano totalmente le vocali maiuscole accentate. Dato che la definizione del tipo di Layout è nel software, no nell’hardware della tastiera (salvo alcune variazioni posizionali di pochissimi tasti, le tastiere sono tutte pressochè identiche, ed a variare è la sola serigrafia sui tasti), la procedura puà variare leggermente in base al sistema operativo od al software in uso.

Tasti funzione

I tasti funzione servono soprattutto a facilitare l’utilizzo di comandi che normalmente prenderebbero un’elevata quantità di tempo all’utente, e quindi hanno il compito di facilitare e velocizzare determinati comandi. Qui di seguito saranno elencate le principali funzioni dei vari pulsanti:

  • F1 Avvia la guida
  • F2 Attiva la modalità modifica (se permessa) del nome per l’oggetto selezionato
  • F3 Per aprire il comando Trova
  • F4 Apre la casella combinata Alt+F4 Chiude la finestra corrente (Chiude Windows se il focus è sul desktop)
  • F5 Aggiorna la finestra corrente
  • F6 Alterna il fuoco tra le sottofinestre (es. casella risorse, albero risorse, e finestra file di Gestione risorse)
  • F10 Attiva la modalità Menu (come Alt) MAIUSC+F10 Visualizza il Menu di contesto per l’elemento selezionato
  • Il resto delle funzioni sono disponibili per l’utente di modificarle e programmarle come crede
  • Canc o Del: Cancella quanto selezionato
  • Maiusc+Canc: Cancella un dile senza metterlo nel cestino
  • CTRL+Esc: Visualizza il menù di contesto e sposta il focus sulla barra delle applicazioni
  • CTRL+C: Copia
  • CTRL+V: Incolla
  • CTRL+X: Taglia
  • CTRL+Z: Annulla
  • Alt+Tab: Passa all’applicazione successiva
  • Alt+Enter o Alt+2 Click: Visualizza le proprietà dell’oggetto
  • CTRL+Ins: Copia negli appunti quanto selezionato
  • Maiusc+Ins: Incolla il contenuto degli appunti
  • Maiusc+Canc: Cancella quanto selezionato e lo copia negli appunti
  • Win+I: Apertura della scheda mouse
  • Win+K: Apertura della scheda tastiera
  • Win+S: Attivazione o disattivazione del tasto Bloc Maiusc
  • Win+Tab: Scorrimento delle icone sulla barra delle applicazioni
  • Win+Barra Spaziatrice: Visualizzazione della pagina di Guida con l’elenco dei tasti (solo con MS IntelliType)
  • Stamp o Stampa: Copia negli appunti il contenuto dello schermo
  • Alt+Stamp: Copia negli appunti il contenuto della finestra attiva
  • App: Visualizzazione del menù di scelta rapida (vicino a CTRL destro)
  • Win: Apertura del menù avvio (Tasto con logo windows sia a destra che a sinistra
  • Win+A: Apertura di accesso facilitato (se installato)
  • Win+C: Apertura del pannello di controllo
  • Win+L: Apertura e chiusura di sessione
  • Win+M: Riduzione a icona degli elementi
  • Maiusc+Win+M: Annullamento riduzione a icona
  • Win+R: Visualizzazione della finestra “Esegui”
  • Win+E: Apertura di “Gestione Risorse”
  • Win+F: Ricerca di un file o di una cartella
  • CTRL+Win+F: Ricerca di un Computer nella rete
  • Win+P: Apertura di Print Manager
  • Win+V: Visualizzatore degli appunti
  • Win+Enter: Visualizza le proprietà del sistema
Fonte: http://it.wikipedia.org/wiki/Tastiera_(informatica)
Fonte: http://www.pinodurantescuola.it/Sol_scorc_tastiera.htm
Condividi:

ICSLendinara.it – la presentazione del sito

Inaugurazione Sito dell’Istituto – ICSLendinara.it

La sera del 03 giugno ha visto l’inaugurazione del sito autogestito dell’Istituto Comprensivo Statale di Lendinara: www.icsLendinara.it

Il sito comprende i plessi scolastici :

Lendinara: Scuola Secondaria I “A. Mario” – Scuola Primaria “F. e G. Baccari” – Scuola Infanzia Via Don Minzoni – Scuola Infanzia Via g. Garibaldi

Ramodipalo: Scuola Primaria “N. Sauro”

Lusia: Scuola Secondaria I “E. Fermi” – Scuola Primaria “O. R. Pighin”

Cavazzana: Scuola Primaria “A. Negri”

Cà Zen: Scuola Infanzia “E. De Amicis”

la sala durante la presentazione

il video della presentazione

Ogni plesso propone le seguenti sezioni: la storia del plesso, gli ambienti scolastici, i laboratori scolastici, le attività della scuola, l’ organizzazione didattica, l’orario scolastico, le attività sportive, il ricevimento genitori e photogallery.
Condividi:

ICSLendinara.it

il 28 maggio è stato presentato alla stampa il sito www.ICSLendinara.it
Il sito è autogestito dai professori dell’Istituto Comprensivo Statale di Lendinara grazie alla piattaforma web messa a disposizione da TECH.TEAM Informatica .

L’autogestione del sito grazie alla piattaforma TECH.TEAM porta numerosi vantaggi come :

  • tempestività negli aggiornamenti
  • riduzione dei costi

Testo integrale della conferenza stampa del 28 Maggio 2010

Dirigente Scolastico Lucio De Sanctis:
Notevole è in questi giorni la mia soddisfazione per aver completato il progetto della realizzazione del sito web dell’ICS di Lendinara, progetto che ho fortemente voluto e sostenuto .
E’ stata una bella sfida data la considerevole mole di lavoro richiesta per arrivare all’attivazione del sito: l’ICS di Lendinara comprende, infatti, le scuole dell’obbligo di Lendinara e di Lusia (scuole dell’infanzia primarie e secondarie di I grado) per un totale di ben 9 plessi ed è, nella provincia, l’istituto con il maggior numero di alunni. Siamo quindi tutti molto felici e compiaciuti, ora che l’ICS di Lendinara è facilmente raggiungibile da qualunque postazione, anche le più lontane, semplicemente con un click all’indirizzo: www.icslendinara.it
Roberto Baudo, consulente informatico e titolare dell’omonima Web Agency con sede a Fratta Polesine è il responsabile dell’analisi, progettazione ed attivazione del sito web dell’ICS di Lendinara che comprende le scuole dell’obbligo (scuole dell’infanzia elementari e medie) di Lendinara e di Lusia.

Consulente Informatico Roberto Baudo:
Una delle fondamentali peculiarità del sito in essere è la sua struttura di autogestione che ne permette la compilazione ed il mantenimento da parte dello stesso personale docente e non docente afferente all’Istituto. Grazie ad un ingresso riservato è, infatti, possibile lavorare facilmente nella cosiddetta area “manager” e redigere o inserire documenti, testi, foto, video, dispense didattiche d’ausilio alle lezioni in classe, in maniera semplice e veloce garantendo così un aggiornamento pressoché immediato ed estremamente personalizzato del sito. Ciò è il frutto di una serie di riunioni di lavoro ed incontri formativi tra Baudo ed il gruppo di docenti di ogni singolo plesso, individuati all’interno dell’ICS stesso, che hanno dato disponibilità a partecipare attivamente alla creazione del sito web e che continueranno, anche in futuro, a prestare la propria opera ed esperienza per mantenere vivo ed aggiornato il sito.

“In tale coordinazione” afferma Baudo ”posso dire di aver trovato un’eccellente cooperazione e una proficua collaborazione da parte di tutti e pertanto colgo l’occasione per ringraziare e congratularmi con le persone che hanno fatto parte di questo efficiente gruppo di lavoro, ed in particolare Bagatin Gianfranco, Piccolo Giancarlo, Sarcina Carmela, Scorzoni Paolo, Tommasi Valerio, Zanforlin Fabrizio, Zulato Stefano ed inoltre per la collaborazione ricevuta nella raccolta di materiale impiegato sul sito ringrazio anche Ghirello Nazarena, Giacometti Rosanna, Lucchiari Carmen e Maletta Beatrice.

Un ringraziamento speciale va al Dirigente Scolastico, Lucio De Sanctis, per la fiducia accordatami e per aver creduto e dato origine a questo progetto, collaborando e prodigandosi in prima persona per agevolarne lo sviluppo”.
Il possesso di un sito web per l’ICS di Lendinara costituisce una testimonianza di una sempre più capillare adesione degli Istituti Scolastici Italiani all’applicazione ed uso delle tecnologie informatiche che ne permettono un inserimento nel mondo della comunicazione globale a mezzo internet.

La struttura del sito, appoggiata sulla piattaforma messa a disposizione da Tech.Team, è specificatamente di semplice lettura e molto intuitiva per offrire all’utente (studenti, famiglie, docenti, etc) accessibilità immediata alle informative ricercate. Ma soprattutto è predisposta ad una prossima futura implementazione con inserimento di altri servizi quali forum, newsletter, registro elettronico, supporto didattico per studenti impossibilitati alla frequenza in aula o studenti stranieri con difficoltà linguistiche mediante lezioni telematiche di recupero e tutto quanto utile per accorciare le distanze e garantire un coinvolgimento proficuo tra studenti e loro famiglie e mondo della scuola.
Dal momento dell’inaugurazione seguirà un periodo di monitoraggio ed osservazione degli accessi che saranno effettuati per verificare in quale modo i visitatori interagiscano con il sito. Tutto ciò al fine di appurarne l’effettiva funzionalità pratica ed eventualmente implementare particolari sezioni per offrire una maggiore offerta formativa ed un servizio alle famiglie sempre più chiaro e trasparente che possa rafforzare ulteriormente il rapporto scuola-famiglia.

Un particolare e non indifferente ringraziamento va all’amministrazione Comunale tutta che tramite la copertura con linee ADSL in tutti i plessi, ci consente di migliorare la comunicazione tra gli stessi plessi ma soprattutto con gli studenti e le famiglie che potranno a loro volta interagire con la Scuola.

Condividi:

phishing-arriva-tabnabbing

Si chiama “tabnabbing” ed è una nuova forma di phishing che si sta diffondendo sul Web. Questo tipo di attacco sfrutta l’abitudine degli utenti di aprire più schede all’interno del browser durante la normale navigazione Internet per consultarle poi una ad una.

Nel tabnabbing, la vittima clicca su un link trovato su Internet e finisce su una pagina dall’aria del tutto innocua che non gli chiede password o altro e quindi non lo mette sul chi vive, ma ha un contenuto interessante. Così la vittima non la chiude ma passa a un’altra scheda del browser. Quello che l’utente non si aspetta è che la pagina-trappola a questo punto aspetta che nessuno la stia guardando e si trasforma: cambia la propria icona (favicon) e il proprio contenuto, diventando una pagina che richiede l’autenticazione per un servizio adoperato dall’utente: per esempio, la login di Gmail.
La vittima penserà molto probabilmente di aver lasciato aperta una scheda del servizio e crederà di essere stato scollegato dal servizio per mancato utilizzo, come avviene periodicamente, e quindi immetterà nella pagina-trappola le proprie credenziali nel tentativo di fare login, regalando così all’aggressore i propri codici. Per completare il furto con destrezza, l’aggressore può poi trasferire l’utente e le sue credenziali alla pagina vera del servizio, così l’utente farà effettivamente login e non si accorgerà che gli è stata sottratta la password di accesso.

L’attacco può essere perfezionato e personalizzato utilizzando la cronologia memorizzata nel browser.

La trappola, come nota Raskin, si basa sull’idea sbagliata che una scheda sia immutabile e usa il forte richiamo visivo di un’icona. Una dimostrazione di questo tipo di attacco è presente su questa pagina del blog di Aza Raskin, Creative Lead di Firefox. Per vedere come funziona, basta aprire la pagina e poi spostarsi su un’altra tab facendo passare più di 5 secondi. Ritornati sulla pagina di prima, questa si sarà trasformata nella schermata di login di Gmail.

fonti : http://attivissimo.blogspot.com ; http://news.wintricks.it

Condividi: