Nuovi corsi di sviluppo per sistemi Android e iOS

Sono in arrivo i nuovi corsi di sviluppo per App per sistemi iOS e Android.

La generazione di utenti “post pc” reputano già assolutamente naturale fare interventi creativi e tecnici usando un dispositivo “non computer“.
Rispetto ai PC tradizionali, i “dispositivi touch” sono molto differenti dal punto di vista estetico e molto più efficienti per molte delle attività aziendali: accrescono la flessibilità dei dipendenti e garantiscono maggior semplicità anche in ambito lavorativo.

La programmazione sui nuovi dispositivi smartphone e tablet è quindi essenziale agli sviluppatori che desiderano restare al passo con i tempi.

TECH.TEAM sta realizzando una serie di corsi per lo sviluppo di App, partiremo prima con quelli relativi alla piattaforma iOS e Android.

 

 

Durante il corso di iOS imparerete ad usare Objective-C e xCode mentre nel corso per Android apprenderete a sviluppare per il sistema di Google con Eclipse e ADT Plugin.

Sono aperte e pre-iscrizioni, bastano pochi clic dal nostro sito

iPhone e iPad: http://www.techteam.it/corso-dettaglio.aspx?codice=Progr-iOS 

Android: http://www.techteam.it/corso-dettaglio.aspx?codice=Progr-Android

Per informazioni potete scrivere a formazione@techteam.it

 

Condividi:

Il futuro è cross platform?

E’ interessante vedere le tendenze di Microsoft dell’ultimo periodo. Il Windows Store è infatti partito con la premessa di offrire la possibilità di entrare finalmente in un’era di condivisione completa della piattaforma di gioco verso un “quasi” cross platform sia del comparto degli online games, e quindi la condivisione del multiplayer, sia nel creare un framework capace di fornire effettivamente la possibilità agli sviluppatori di creare facilmente una controparte PC dei propri giochi in uscita su Xbox. Il problema è che da questo punto di vista i precedenti non arridono molto a Microsoft, che con Games for Windows aveva già tentato una strada del genere, abbandonandola però dopo poco tempo e lasciando in listino una lista veramente misera di giochi.

In questo momento invece il piano di penetrazione del mercato sembra possa contare su un ulteriore fattore di positività, pensiamo infatti da una parte all’uscita di Windows 8 e l’uscita probabilmente nel corso dei 24 mesi successivi della nuova generazione di console. C’è la possibilità che il dipartimento gaming tenga in considerazione le necessità del dipartimento desktop per fornire una convergenza più profonda che una semplice dichiarazione d’intenti. Ancora non abbiamo avuto nessuna indicazione da parte degli sviluppatori di terze parti, il che può significa che qualche accordo è ancora in corso. Di certo, l’intersezione tra gaming desktop e mobile deve diventare una priorità se non si vuole soccombere di fronte alle dinamicità delle piattaforme iOs.

Condividi: